Puglia I.G.T. Primitivo “Teres” bio

Nome del Vino:
FATALONE Teres®
Fatalone Puglia I.G.T. Primitivo "Teres" bio
Fatalone Puglia I.G.T. Primitivo “Teres” bio
Denominazione:
PUGLIA I.G.T. PRIMITIVO
Annata:
2016
Produzione:
6.000 bott.
Provenienza:
Media collina rocciosa nel cuore della Murgia, in agro di Gioia del Colle, località Spinomarino, 4,5 km a Sud-Est del centro abitato. Suolo carsico, argilloso-calcareo.
Vitigno:
Primitivo Racemi 100%, interamente da vigneti di proprietà.
Sistema di allevamento:
Moderna versione di Alberello Pugliese con due capi a frutti adattato a spalliera
Etichetta Puglia I.G.T. Primitivo "Teres" bio
Etichetta Puglia I.G.T. Primitivo “Teres” bio
Gestione del vigneto:
Agricoltura biologica, Senza irrigazione, Inerbimento spontaneo con sovescio
Periodo Vendemmia:
Metà Ottobre
Resa:
10-15 q.li/ha o 7-10 hl/ha, ottenuto dai Racemi
Caratteristiche del vigneto:
Anno di impianto: 1990
Altitudine Vigneto: 365 MT S.L.M.
Estensione Vigneto: 8 HA
Orientamento filari: Nord-Sud
Densità media di ceppi/ha: 3.500 – 4.000
Interfilare: 2,2 m
Sesto d’impianto: 1 m
Vinificazione:
Protocollo biologico: Ottenuto dal mosto dei Racemi prima della pressatura, Macerazione di sole 30 h e Fermentazione spontanea in acciaio a temperatura controllata con soli lieviti autoctoni, malolattica naturale, solfitazioni solo a malolattica conclusa e di solo reintegro dei solfiti naturali dispersi in vinificazione. Nessuna chiarifica, stabilizzazione o filtrazione.
Gradazione alcolica:
13,5% vol.
Invecchiamento:
6 mesi in acciaio, 3 mesi in bottiglia.
Caratteristiche organolettiche:
Colore rosso tramonto tendente al rubino tenue, vivace e brillante. Profumo caratteristico di frutta fresca. Piacevolissimo gusto di ciliegia e frutti di bosco, perfettamente sostenuto da una sorprendente mineralità e freschezza, con l’immancabile retrogusto di mandorla amara. Ideale da servire fresco nel periodo estivo.
Temperatura di servizio:
15°-18°C
Abbinamenti gastronomici:
Ideale con la pizza, si accompagna perfettamente con antipasti, insalate e fritture, frutti di mare, grigliate di pesce o verdure, taglieri di formaggi freschi e svariati tipi di prosciutto.
Ulteriori informazioni:
Quando approcciamo questo autentico vino naturale molto particolare, dobbiamo tener ben in mente che si tratta di un rosso leggero sotto ogni punto di vista, senza farci ingannare dal colore, più simile ad un rosato intenso, di cui interpreta magnificamente gli abbinamenti gastronomici. I nostri antenati lo producevano per avere un vino, che pur mantenendo l’intensa struttura di un Primitivo, si prestasse ad essere bevuto fresco in Estate.